0,00 €
»

Posizionamento delle finestre sul tetto

 

L’altezza del montaggio delle finestre

 

La norme e le istruzioni per montare la finestra da tetto vengono stabilite in funzione alla conformazione del tetto. La finestra per poter svolgere ottimamente tutte le sue funzioni, dovrebbe essere posizionata ad un’adeguata altezza dal pavimento.

 

 

Negli edifici con piani situati ad un livello inferiore di 25 m sopra il terreno, la distanza del bordo inferiore della finestra apribile, dal pavimento, dovrebbe avere almeno 85 cm. Sui piani superiori di 25 m sopra il terreno, tale distanza deve avere un’altezza non inferiore di 110 cm (secondo la disposizione del MdIeA). Bisogna sottolineare che, maggiore sarà la distanza della finestra dal pavimento, migliore risulterà l’illuminazione del vano. Ai sensi della norma DIN 5034-1 punto 4.2.2a „il bordo superiore della superficie trasparente della finestra dovrebbe trovarsi almeno 220 cm sopra il livello del pavimento.”

  

 

  

 Un’altra questione importante è l’altezza del montaggio delle finestre sul tetto che hanno la ventilazione. Secondo l’istruzione dell’Istituto di Tecnica Edile No 34396 – „ la ventilazione bisogna installarla a un’altezza non inferiore ai 200 cm sopra il livello del pavimento, misurando dal bordo inferiore della ventilazione.”

 

Nelle finestre FAKRO, la ventilazione è posizionata nella parte superiore del telaio. Per montare la finestra conformemente alle norme, il bordo superiore della finestra dovrebbe trovarsi all’altezza di 220 cm. Il montaggio consigliato per le finestre FAKRO prevede che il bordo inferiore della finestra sia al livello di 110 – 140 cm dal pavimento: questo soddisfa le norme vigenti e garantisce un’ottima illuminazione e il contatto visivo con l’ambiente. La maniglia bassa nelle finestre FAKRO permette un utilizzo confortevole delle finestre regolarmente montate. Il montaggio delle finestre su questa altezza, dà la possibilità anche di montare un termosifone standard sotto la finestra e di realizzare correttamente le spalle da muro per cui è possibile anche la regolare circolazione dell’aria in tutto il vano della finestra, che riduce efficacemente il rischio della presenza di condensa sulla finestre da tetto.

 

Posizionamento della finestra nel tetto

 

Decidendo il posizionamento delle finestre sul tetto, dobbiamo considerare una regola importante, secondo la quale, i migliori risultati in termini di illuminazione si ottengono realizzando più finestre piccole posizionate in diversi punti del tetto, e non progettando una sola finestra grande.

 

 

 

Seleziona della grandezza delle finestre

Le finestre sul tetto vengono scelte a seconda della:

superficie vetrosa e tipo di locale - La corretta illuminazione dei locali attraverso la luce naturale viene determinata dal rapporto tra la superficie della finestra, calcolata nella luce dell’infisso, fino alla superficie del pavimento. Nel caso di locali destinati al soggiorno delle persone, tale rapporto dovrebbe essere almeno di 1:8, invece in un altro locale, destinato a scopi commerciali – almeno di 1:12.

angolo d’inclinazione del tetto - L’altezza della finestra scelta dipende anche dall’angolo d’inclinazione della falda del tetto. Più piccolo è l’angolo d’inclinazione, più grande dovrebbe essere l’altezza della finestra.

distanza dei puntoni - Le finestre sul tetto vengono dotate di angolari universali, che danno la possibilità di montare le finestre sia sull’archipendolo, sia sui puntoni. Scegliendo il tipo di montaggio, si consiglia di considerare i seguenti suggerimenti. Le dimensioni della finestra dovrebbero considerare la distanza dei puntoni, perché grazie a ciò, il montaggio non solo diventa più veloce e facile, ma garantisce anche la stabilità della costruzione e la durevolezza delle connessioni. In maniera veloce, semplice e durevole, si possono montare le finestre sugli archipendoli, in particolare, quando la distanza tra i puntoni è superiore della larghezza della finestra.

 

        Montaggio sui puntoni

            o travi principali

   Montaggio sugli archipendoli

            o travi secondarie

      

 

Effettuando il montaggio sugli archipendoli, abbiamo la possibilità di spostare la finestra durante il montaggio orizzontalmente, per ottenere un posizionamento ottimale nonché un perfetto abbinamento della finestra al profilo della copertura del tetto. Il montaggio sui puntoni è consigliato particolarmente nel caso del sostituzione delle finestre vecchie con le nuove nei tetti già esistenti, e quando sono previste delle finestre di grandi dimensioni. Nel caso in cui la larghezza della finestra risulta superiore alla distanza dei puntoni, utilizziamo i telai realizzati nella costruzione del tetto. Le travi orizzontali del telaio bisogna situarle alla distanza di 30 – 50 cm dal bordo inferiore e superiore della finestra. Questo dà la possibilità di fissare correttamente le zeppe interne delle finestre (l’inferiore perpendicolarmente, la superiore parallelamente al pavimento).

 

Montaggio sugli archipendoli

o travi secondarie

 Montaggio sui puntoni

o travi  principali

  Montaggio su bilancino

 

               

 

Misurazione del foro considerando le dimensioni del telaio Fakro della nuova finestra da tetto

 

 

 

Ventilazione

 

A causa dell’ermeticità delle finestre usate nell’edilizia moderna possono verificarsi problemi causati da una non corretta ventilazione, situazioni che possono provocare la condensazione nei locali. Per diminuire questo fenomeno, nelle finestre FAKRO, sono disponibili vari tipi di ventilazione:

 

Ventilazione automatica V40P 

con un’efficienza fino a 49 m3/h (valore ottenuto senza filtro nel profilo, oppure fino a 40m3/h con filtro, con una differenza di pressione di 10 Pa ed a seconda della larghezza della finestra). Grazie alla regolazione automatica del canale di flusso, fornisce al vano la quantità d’aria ottimale, garantendo così un microclima salutare in mansarda ed un risparmio di energia termica.

 

            

La ventilazione V35

è dotata di una regolazione manuale del flusso d’aria. La ventilazione completamente aperta assicura un afflusso d’aria fresca fino a 41 m³/h (valore senza filtro nel profilo oppure fino a 35m³/h) con filtro, con una differenza di pressione di 10 Pa ed a seconda della larghezza della finestra. Grazie a queste prestazioni, l’umidità dell’aria nel vano diminuisce e così l’effetto di condensa del vapore rimane limitato.

 

La ventilazione V10

possiede una regolazione manuale del flusso d’aria. La ventilazione completamente aperta assicura un ingresso d’aria fresca fino a 9 m³/h con una differenza di pressione di 10Pa. La ventilazione V10 dovrebbe essere utilizzata esclusivamente nei locali dove la ventilazione gravitazionale funziona correttamente.

Tipi di vetrocamere

 

 

 

Vetro – U2 – termoisolante Standard

Camera singola 4H–St16Ar–4T.

Vetro esterno temperato, telaio distanziale in acciaio,  vetro interno basso emissivo. Riempito con gas nobile - argon.

Ug=1,1 W/m²K (secondo EN 673)

 

 

Vetro – U3 – termoisolante Profi (più venduto)

 

Camera singola 4H–Tg16Ar–4T.

Vetro esterno temperato, telaio distanziale Warm Edge TGI, vetro interno basso emissivo. Riempito con gas nobile - argon.

Ug=1,0 W/m²K (secondo EN 673)

 

 

Vetro – T4 – supertermoisolante (più venduto)

 

Doppia camera 4H–Tg12Ar–4–Tg12Ar–4T.

Composto da tre vetri : vetro esterno temperato, vetro centrale, vetro interno basso emissivo.

Kit ha due telai distanziali Warm Edge TGI. Gli spazi tra i vetri riempiti con il gas nobile cripton.

Ug=0,7 W/m²K (secondo EN 673)

 

 

 

Vetro – U5 – supertermoisolante

 

Doppia camera 4HT–Tg10Kr–4H–Tg10Kr–4HT.

Composto da tre vetri temperati di spessore 4 mm. I vetri esterni sono realizzati in un vetro basso emissivo. Entrambi gli spazi tra i vetri hanno 10 mm e sono riempiti con il gas nobile – Cripto. Nel vetrocamera al massimo risparmio energetico è stato applicato il telaio distanziale Warm Edge TGI realizzato in materia plastica.

Verto utilizzato nelle finestre in legno

Nelle finestre in alluminio/PVC è usato il vetrocamera U5: 4HT–Tg8Kr–4H–Tg10Kr–4HT.

Ug=0,5 W/m²K (secondo EN 673)

 

 

Vetro – U6 – supertermoisolante

 

Doppia camera 6H–Tg18Ar–4HT–Tg18Ar–33.2T.

Composto da tre vetri: vetro esterno temperato, vetro centrale temperato basso emissivo, vetro interno laminato, antieffrazione di classe P2A.

Kit ha due telai distanziali Warm Edge TGI. Gli spazi tra i vetri riempiti con il gas nobile Argon.

Ug=0,5 W/m²K (secondo EN 673)

 

 

Vetro - U8 - passivo

 

Tre camere 4H–Tg12Kr–4HT–Tg12Kr– 4HT–Tg12Kr- 4HT.

Composto da quattro vetri temperati. Il kit è caratterizzato da tre strati basso emissivi e telai distanziali Warm Edge TGI. Gli spazi tra i vetri hanno 12 mm, sono riempiti con il gas nobile - Cripto.

Ug=0,3 W/m²K (secondo EN 673)

 

 

Vetro – P1 – antieffrazione

 

Camera singola 4H – ST14Ar – 33.2T

Vetro interno laminato ed antieffrazione di classe P2 ai sensi di norma PN-EN 356. Maggiore resistenza allo scasso. Il vetro esterno temperato con pellicola autopulente, telaio distanziale in acciaio, il vetro interno laminato composto da due strati di vetro di spessore 3 mm tra i quali due strati della pellicola PVB di spessore 0.76 mm (2 x 0,38mm). L'interno riempito con il gas nobile – Argon.

Il vetro laminato collocato dall'interno del vano è rivestito dalla pellicola bassoemissiva che limita la penetrazione dei raggi UV fino a 99%.

Ug=1,1 W/m²K (secondo EN 673)

 

 

Vetro – P2 – antieffrazione (più venduto)

 

Camera singola 4HS -Tg15Ar-33.2T

Vetro interno laminato ed antieffrazione di classe P2 ai sensi di norma PN-EN 356. Maggiore resistenza allo scasso. Il vetro esterno temperato con pellicola autopulente, telaio distanziale Warm Edge TGI, il vetro interno laminato composto da due strati di vetro di spessore 3 mm tra i quali due strati della pellicola PVB di spessore 0.76 mm (2 x 0,38mm). L'interno riempito con il gas nobile – Argon.

Il vetro laminato collocato dall'interno del vano è rivestito dalla pellicola bassoemissiva che limita la penetrazione dei raggi UV fino a 99%.

Ug=1,0 W/m²K (secondo EN 673)

 

 

 

Vetro – G61 – termoisolante - protezione solare

 

Camera singola 6HT– Tg12Kr – 33.2 SR

Vetro esterno temperato di spessore 6 mm, vetro interno laminato riempito con il gas nobile – Cripto, telaio distanziale Warm Edge TGI.

Vetro limita la penetrazione dei raggi UV fino a 92 %

Ug=1,0 W/m²K (secondo EN 673)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Struttura delle finestre

 

Legno pino di colore naturale             

 

Le finestre vengono realizzate utilizzando legno di pino di prima scelta, incollato a strati ed impregnato sottovuoto. Il legno viene trattato con una vernice ecologica; nel procedimento standard si tratta di una verniciatura trasparente.

 

Legno pino con vernice poliuretanica bianca

Per i locali dove il livello di umidità è prevalentemente elevato (ad esempio cucine e bagni) vengono consigliate finestre in legno rifinite con tre mani di vernice poliuretanica di colore bianco la quale crea una superficie duratura e perfetta.

 

Profili multicamera in PVC bianco 

Le finestre da tetto sono disponibili anche in versione alluminio/PVC. I profili multicamera in PVC sono rinforzati con anime in acciaio. Il PVC non assorbe l’umidità, la finestra è duratura e resistente alla corrosione. Sono indicate per i locali dove, per un periodo prolungato, l’aria risulta essere molto umida (bagni, lavanderie, ecc). I profili in PVC FAKRO sono di classe A in conformità alle norme europee EN 12608.

Profili multicamera in PVC laminato pino o rovere

Le finestre da tetto in alluminio/PVC sono anche disponibili in colore tinta rovere e pino naturale. Sono la soluzione ideale per vani molto umidi senza rinunciare ad una finitura tinta legno.

 

Garanzia

Le finestre da tetto FAKRO sono le uniche sul mercato che hanno ottenuto il certificato tedesco TÜV.

SICURI della QUALITÀ dei nostri prodotti offriamo una garanzia a lungo termine.

Disposizioni Covid-19

AGGIORNAMENTO 23 MARZO 2020

A seguito delle disposizioni emesse con DPCM del 22 marzo 2020 informiamo tutti i clienti che NON siamo attualmente in grado di garantire i normali servizi di fornitura, in particolare per quanto riguarda le consegne di materiali e prodotti standard, oltre che la messa in produzione di materiali, su ordinazione. Per lo stesso motivo sono interrotti anche i ritiri diretti presso il nostro magazzino.

L'attività dovrebbe riprendere con regolarità a partire da lunedì 4 maggio 2020, salvo rinnovate disposizioni.

In questi giorni possiamo sottoporvi preventivi ed effettuare le prenotazioni di materiale, che verrà quindi gestito con priorità alla riapertura delle attività.

E' sempre possibile effettuare gli ordini, tenendo ben presente i termini di spedizione.

Confrontatevi con il nostro servizio clienti per qualsiasi esigenza e lasciate sempre un recapito (nome e mail) in modo da potervi ricontattare: in questi giorni riceviamo tantissime richieste e non sempre riusciamo a rispondere con immediatezza, vi chiediamo pazienza e comprensione.

Grazie per la fiducia in madexpo.it, supportate la provincia di Milano e rispettate con la massima attenzione le disposizioni normative, indispensabili per salvare quante più vite umane possibile.

A presto, appena possibile saremo al vostro fianco per RICOSTRUIRE l'Italia colpita da questa terribile epidemia.

#iorestoacasa

#andratuttobene

#noicisiamo

 

 

madexpo.it