0,00 €
»

Agevolazioni fiscali per l'edilizia privata

 COMPRA UNA SCALA RETRATTILE, FINESTRA DA TETTO O TAPPARELLA / TENDA ESTERNA SU MADEXPO.IT COSTA LA META'!

SOSTITUENDO IL PRODOTTO CHE COMPRI ENTRO IL 31 DICEMBRE 2018 PUOI ARRIVARE AD UNA DETRAZIONE DEL 50%

detrazione fiscale scale retrattili e finestre da tetto

Da oggi puoi risparmiare anche il 50% sulla tua scala retrattile, finestra da tetto, tapparella o tenda esterna puoi arrivare ad una detrazione del 50%

Comprare questi prodotti oggi costa la metà, come previsto dalla Legge 296/2006 e successive modifiche ed integrazioni. Un prezioso documento, che contiene una serie di agevolazioni fiscali, che permettono a una giovane coppia, risparmiare fino al 50%  su spese sostenute per lavori di manutenzione straordinaria, ordinaria e di riqualificazione energetica.

Se sostituisci le tue vecchie finestre o una scala retrattile coibentata fino al 31 dicembre 2018 potrai usufruire della detrazione fino al 50% per la riqualificazione energetica. Scopri qui di seguito come ottenere il bonus fiscale.

NB: Per riqualificazione energetica si intendono tutti quei lavori che servono a rendere l'abitazione quanto più eco sostenibile possibile, grazie all'installazione di pannelli fotovoltaici, nuovi infissi, cappotto isolante, coibentazione, ecc.

Queste migliorie permettono di ottenere un ritorno in termini non solo energetici, ma anche economici. Se poi, in conformità al patto di stabilità, la giovane coppia è sposata da almeno due anni, e uno dei due è al di sotto dei 35 anni, la detrazione fiscali interessano anche il rinnovo dell'arredamento.

Con la nuova legge la detrazione del prezzo sarà applicata alla tua dichiarazione dei redditi (Unico o Mod .730) per i prossimi dieci anni.

Cosa devi fare?

Per ottenere la detrazione del 50% basta pagare il tuo acquisto con bonifico bancario indicando nella causale:

la dicitura "intervento agevolato articolo 16 Bis del DPR 917/1986"

il tuo codice fiscale o partita IVA

il nostro numero di partita IVA: (Madexpo , P.Iva 08640350966)

Verifica con la tua banca. Solitamente gli istituti di credito mettono a disposizione dei clienti appositi moduli per questo tipo di bonifico.

Dovrai poi conservare ricevuta del bonifico e la fattura che riceverai da noi e indicare l'importo a cui si ha diritto in detrazione nella dichiarazione dei redditi a partire dall'anno successivo all'acquisto.

Scarica la dichiarazione sostitutiva

E’ sufficiente predisporre una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà se la sostituzione o l’installazione dei prodotti sopraindicati non rientra in un quadro di lavori più ampi per cui siano necessarie abilitazioni amministrative (concessioni, autorizzazioni o comunicazioni di inizio lavori) per accedere alla detrazione del 50% del prezzo della tua scala 

Scarica da qui un fac-simile della dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà clicca qui

All'interno della dichiarazione e’ necessario indicare la data di inizio dei lavori e attestare che gli interventi di ristrutturazione edilizia posti in essere rientrano tra quelli agevolabili secondo l’articolo 16 bis del DPR n. 917/86.

 detrazione 65 finestre da tetto Fakro.jpg

Non serve alcuna autorizzazione edilizia per sostituire la tua finestra da tetto

La sostituzione di una vecchia finestra per tetti con una nuova finestra per tetti Fakro senza cambio di dimensioni non necessita di alcuna autorizzazione edilizia.

Tutte le finestre per tetti Fakro permettono di usufruire dei benefici fiscali. Sostituendo una vecchia finestra per tetti con una finestra per tetti Fakro di pari dimensioni si può ottenere la detrazione fiscale del 50% per la riqualificazione energetica degli edifici è stata prorogata al 31 dicembre 2018. 

posatore installatore finesra tetto Fakro.jpg

Cosa rientra nella detrazione IRPEF del 50%?

La detrazione IRPEF del 50% è applicabile:

-al costo delle finestre per tetti Fakro

-alla posa delle finestre per tetti Fakro

-al costo delle persiane avvolgibili o tende esterne Fakro acquistate contestualmente alle finestre 

 

Come ottenere il rimborso?

Per quanto riguarda i prodotti Fakro è valida la procedura semplificata che prevede:

-la compilazione dell'allegato F sul sito dell'Enea

-il pagamento dei prodotti e della prestazione di posa tramite bonifico bancario

-l'archiviazione delle fatture di acquisto e di posa e delle contabili dei bonifici effettuati

Non è quindi necessario spedire alcuna documentazione cartacea.

In quanti anni avviene il rimborso?

Il rimborso IRPEF viene ripartito in 10 rate di pari importo e avviene in 10 anni.

Clicca qui per scaricare le certificazioni relative alle finestre per tetti Fakro

 

Detrazione fiscale 50% o 65%... a quale ho diritto? qui di seguito diamo risposta a dubbi e perplessità:

Detrazione fiscale 65%

Migliorare le prestazioni energetiche: la detrazione del 65%

L’agevolazione del 65% è riconosciuta per le spese sostenute a partire dal 1 luglio 2013 e fino al 31 dicembre 2017 per lavori di riqualificazione energetica degli edifici, per lavori effettuati dopo tale data la detrazione passa al 50%.

Detrazione 50% e Finestra da tetto Fakro

Chi vuole sostituire vecchie finestre per tetti con finestre a risparmio energetico può iniziare i lavori senza chiedere permessi. L’importante è che gli infissi siano della stessa dimensione di quelli precedenti. Non c’è bisogno di consulenza da parte di tecnici, può provvedere a tutto il privato. Serve però la certificazione degli infissi da parte del produttore che è scaricabile dal nostro sito.

A chi spetta la detrazione

I beneficiari sono tutti i contribuenti che sostengono le spese per gli interventi di riqualificazione energetica e che possiedono, a qualsiasi titolo, l’immobile oggetto d’intervento (persone fisiche, professionisti, società e imprese), gli inquilini, i condomini, i titolari di un diritto reale sull’immobile e chi detiene l’immobile in comodato. La detrazione spetta anche a familiari e conviventi a patto che sostengono le spese per la realizzazione dei lavori, e che fatture e bonifici risultino intestati a loro.

Adempimenti necessari

E’ obbligatorio inviare per via telematica all’Enea (www.acs.enea.it), entro 90 giorni dalla fine dei lavori, tutta la documentazione necessaria a seconda della tipologia di intervento (copia dell’attestazione di certificazione o qualificazione energetica, scheda informativa degli interventi realizzati, asseverazione di un tecnico abilitato). La data di fine lavori, dalla quale decorre il termine per l’invio della documentazione all’Enea, coincide con il giorno del cosiddetto “collaudo” (e non di effettuazione dei pagamenti).

Gli interventi ammessi

I lavori ammessi all’agevolazione fiscale riguardano la riqualificazione energetica di edifici esistenti e comprendono la sostituzione di finestre e infissi, l’isolamento delle pareti opache, la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con caldaie a condensazione e l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda. Per ciascuna tipologia d’intervento è previsto un limite di spesa che si è ridotto rispetto alla precedente detrazione del 55%.

Come richiedere il contributo

Per usufruire della detrazione del 65% fanno fede le date dei pagamenti che devono essere effettuati entro il 31 dicembre 2017. I pagamenti devono avvenire esclusivamente tramite bonifico bancario o postale “parlante” in cui siano chiaramente indicati la causale del versamento, il codice fiscale del soggetto che paga e il codice fiscale o partita Iva di chi beneficia del pagamento. L’agevolazione va inserita nella dichiarazione dei redditi insieme ai dati catastali dell’immobile e corredata dai documenti giustificativi di spesa. Il rimborso verrà quindi ripartito equamente in dieci anni.

Detrazione fiscale 50%

Ristrutturare casa costa la metà con le agevolazioni fiscali del 50%

Se state valutando di effettuare lavori di ristrutturazione della vostra casa, potrete beneficiare della detrazione fiscale del 50% per spese fino ad un massimo di 96.000 euro. Con le ultime modifiche la detrazione è estesa anche all’acquisto di mobili destinati ad arredare la casa ristrutturata, con una spesa massima di 10.000 euro per immobile.

Detrazione 50% e Finestre da tetto Fakro

Chi possiede un sottotetto o un ultimo piano ad uso soffitta può ristrutturarlo, guadagnando nuovi spazi abitabili o ricavando stanze in più da collegare all’abitazione esistente. Il tutto senza dover affrontare un trasloco, approfittando dell’incentivo fiscale del 50% per la ristrutturazione e aumentando il valore della casa in cui vive. Lo stesso vale per chi già possiede una mansarda abitabile, ma decide di inserire nuove finestre per tetti.

A chi spetta la detrazione

A beneficiare delle agevolazioni non sono solo i proprietari dell’immobile, ma anche inquilini, usufruttuari, familiari e conviventi a patto che paghino le spese e che fatture e bonifici risultino intestati a loro, i soci di cooperative divise e indivise, le società semplici, le imprese familiari, gli imprenditori individuali e le società di persone commerciali per gli immobili patrimoniali.

Gli interventi ammessi

Non è necessario ricorrere a demolizioni per accedere all’agevolazione. Infatti tra i lavori possono essere considerati piccoli interventi come l’installazione di porte blindate o di impianti antifurto, nuovi impianti elettrici o idraulici, la realizzazione di autorimesse, gli interventi di bonifica dall’amianto, l’abbattimento delle barriere architettoniche o l’adozione di misure antisismiche. Per quanto riguarda i mobili il rimborso è limitato all’acquisto di arredamento dell’immobile oggetto di ristrutturazione edilizia, manutenzione straordinaria, restauro o risanamento conservativo, purché acquistato entro il 31 dicembre 2017. La legge di stabilità 2016  ha prorogato al 31 dicembre 2018 la possibilità di usufruire della maggiore detrazione Irpef (50%), confermando il limite massimo di spesa di 96.000 euro per unità immobiliare.

Adempimenti necessari

Prima di iniziare con i lavori è necessario inviare alla Asl competente una comunicazione con raccomandata in cui si segnala l’inizio dei lavori di ristrutturazione.

Come richiedere il contributo

Per usufruire della detrazione fanno fede le date dei pagamenti, che devono essere effettuati entro i termini tramite bonifico bancario o postale “parlante” in cui siano quindi chiaramente indicati la causale del versamento, il codice fiscale del soggetto che paga e il codice fiscale o partita Iva di chi beneficia del pagamento. L’agevolazione va inserita nella dichiarazione dei redditi insieme ai dati catastali dell’immobile e corredata dai documenti giustificativi di spesa. Il rimborso verrà quindi ripartito equamente in 10 anni.

 

Requisiti per acquistare su www.madexpo.it con iva agevolata al 4% e al 10%

iva agevolata 4 o 10

E' possibile acquistare sul nostro sito alcuni prodotti con iva diversa dal 22%

- a chi è rivolta? : 

a soggetti privati

- quali prodotti presenti sul nostro sito sono ammessi ad agevolazioni fiscali?:

scale retrattili, finestre da tetto

- Quale tipo di iva viene applicata?:

iva agevolata al 4% per nuova costruzione non di lusso

iva agevolata al 10% per opere di ristrutturazione

Documentazione necessaria:

- Copia codice fiscale

- Copia carta identità

- Copia S.C.I.A o D.I.A (o permesso di costruire)

- Dichiarazione Iva agevolata: (Scarica il PDF qui) Da inviare via mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o via Fax al numero +39 0200612950

Attenzione!!: in caso di manutenzione ordinaria e straordinaria (anche con SCIA o DIA aperta) non si applica l' iva agevolata; in quanto non viene fornita la manodopera.

Per accedere all' iva agevolata scarica dal link  il modulo in PDF di dichiarazione iva agevolata, compilalo con i dati richiesti ed inviaci tutto mezzo mail insieme alla fotocopia del tuo documento d’identità, codice fiscale e copia della D.I.A./S.CI.A.

Una volta inviata la documentazione effettua normalmente il tuo ordine selezionando come modalità di pagamento bonifico anticipato. Una volta confermata la documentazione inviataci il vostro account sarà abilitato per l'acquisto con le agevolazioni fiscali e riceverai la conferma d'ordine con iva agevolata per procedere al pagamento mediante bonifico bancario.

 

LINK UTILI

Cos'è la D.I.A? clicca qui

Cos'è la SCIA? clicca qui

Circolare dell'agenzia delle entrate sulle agevolazioni delle ristrutturazioni edilizie. clicca qui

Dal sito www.tasse-fisco.com una utile serie di aggiornamenti clicca qui